Nuovo ponte intitolato a Rabin e Arafat, unanimità in commissione 5

Draghi(FdI): “”Cosa meglio di un ponte simboleggia la pace fra i popoli?

Firenze – Tutti d’accordo, in quinta Commissione, per la mozione presentata dal capogruppo di FdI Alessandro Draghi, che propone di “valutare l’intitolazione di un luogo adeguato (preferibilmente un ponte) a Yasser Arafat e Yitzhak Rabin, protagonisti degli storici Accordi di Oslo, entrambi Premi Nobel per la pace nel 1994, prendendo in considerazione l’ipotesi di intitolare loro il nuovo ponte per il passaggio della tramvia 3.2”, come si legge nel dispositivo dell’atto. Sottoscritto anche dalla consigliera di IV Barbara Felleca e dal capogruppo Ubaldo Bocci (Gruppo Centro), la mozione ha ottenuto l’unanimità.

“Cosa c’è meglio di un ponte per simboleggiare la pace fra i popoli? – commenta Draghi -. Inizialmente l’atto prevedeva di ridenominare il ponte della tramvia alle Cascine, che ha come denominazione nonostante non sia mai stata messa la targa “Ponte del Pignone”; successivamente è stato scelto di intitolare il nuovo ponte della tramvia a Bellariva, laddove venisse in effetti costruito, ai due artefici degli accordi di pace sottoscritti ad Oslo, esattamente trent’anni fa”.

Draghi ringraziando i componenti della commissione per il largo conenso, ha inoltre ricordato che venerdì prossimo sarà il ventesimo anniversario dalla visita di Shimon Peres a Firenze. 

Total
0
Condivisioni
Prec.
AI Smart Report: l’intelligenza artificiale accelera la produttività del made in Italy

AI Smart Report: l’intelligenza artificiale accelera la produttività del made in Italy

Centosettanta tecnologie analizzate secondo l'impatto sull’ economia

Succ.
Manovra e politiche sociali: secondo le ACLI bisogna dare più risorse ai Comuni

Manovra e politiche sociali: secondo le ACLI bisogna dare più risorse ai Comuni

Per il presidente Manfredonia la legge di bilancio manca di misure strutturali

You May Also Like
Total
0
Condividi