FFF, presidio al consiglio regionale, assemblea in strada

Ex Gkn con Fridays For Future, dalla fabbrica alle scuole contro il cambiamento climatico

Firenze – Fridays For Future torna sulle piazze italiane, e a Firenze l’evento comincia stamattina, con un presidio sotto la sede del consiglio regionale, in via Cavour. E naturalmente, la protesta dei ragazzi di FFF di salda con quella degli operai dell’ex Gkn, perché l’animo green e sostenibile degli attivisti del clima non può prescindere dalla più simbolica protesta operaia della Toscana, quella che sulle macerie prodotte dalla decisione di chiudere un centro produttivo fondamentale per. Il territorio da parte della multinazionale Melrose, ha visto il nascere di un progetto produttivo alternativo che guarda alla produzione di pannelli solari, macchine elettriche, a testimoniare la vitalità e la voglia di seguire la rivoluzione verde da parte operaia.

Un presidio pacifico, che non perde il suo aplomb neppure di fronte alla chiusura della massiccia porta del palazzo regionale al tentativo dei partecipanti al presidio di entrare per fare assemblea nel chiosco della struttura..Dall’alto, dalle finestre chiuse, giunge la promessa di mandare qualcuno per confrontarsi con gli studenti e con la rappresentanza di fabbrica che è presente in solidarietà con i ragazzi. Slogan e tamburi.

La proposta di legge regionale sull’ambiente da un lato, ricca di punti critici, e dall’altro la proposta di legge che riguarda la conversione in produzione green e sostenibile della fabbrica ad ora in mano a una proprietà impermeabile a ogni proposta ci riavvio di produzione, creano una linea verde molto potente fra ambientalisti e operai. In attesa del promesso confronto, l’assemblea ha inizio, con gli studenti a sedere a terra, operai partecipi, forze dell’ordine schierate.

“Confermiamo il nostro totale sostegno alla mobilitazione del movimento Fridays For Future e del Collettivo di Fabbrica ex GKN – dice il candidato sindaco della Sinistra,, Dmitrij Palagi, a margine del presidio – In questi anni il Consiglio comunale ha approvato un atto per chiedere uno spazio istituzionale in cui coinvolgere le realtà conflittuali a tutela per contrastare i cambiamenti climatici. Purtroppo non c’è stata una capacità di governo in questa direzione, per andare oltre a un atto di indirizzo. Ci dispiace che la Regione Toscana non sia voluta scendere in via Cavour, per accogliere una richiesta che ha votato recentemente anche Palazzo Vecchio: una legge regionale per una fabbrica socialmente integrata in ex GKN”.

Total
0
Condivisioni
Prec.
L’intelligenza artificiale diventa “generale” e si mette a pianificare

L’intelligenza artificiale diventa “generale” e si mette a pianificare

I nuovi modelli a cui tendono i laboratori delle big tech

Succ.
Il Salone del Mobile: tanti brand all’insegna del nuovo design

Il Salone del Mobile: tanti brand all’insegna del nuovo design

Fino al 21 aprile 1950 espositori provenienti da 35 paesi

You May Also Like
Total
0
Condividi