Urbanistica, presentazione de “I Prati del Popolo Romano”

Firenze – Si terrà domani, giovedì 19 gennaio, presso la Fondazione Modigliani e Matteotti in via dell’Arco del Monte, 99, a Roma, la presentazione del libro di Cinzia Bellone “I Prati del Popolo Romano”, ovvero la storia di una pagina importante di partecipazione al progetto urbanistico della città. Protagonista, il Testaccio, il famoso rione storico di Roma che si presenta come un eccezionale laboratorio,  sociale e urbano. Un contesto delicato, in cui il processo partecipativo “I Prati del Popolo Romano”, per il ripristino di un impianto sportivo nell’area in precedenza occupata dall’ex campo di calcio della Roma, costituisce una particolare sperimentazione nel processo di confronto tra l’Amministrazione comunale e gli attori sociali in campo.

L’iniziativa è della Fondazione Circolo Fratelli Rosselli, che presenterà il libro a Roma, con la presenza di Cinzia Bellone, professore dell’Università Guglielmo Marconi, del professor Pier Luigi Carci, anch’egli docente nella stessa Università, e di Paolo Trevisani, già direttore dell’Assetto del Territorio della Provincia di Roma. Dopo i saluti del Presidente della Fondazione Giacomo Matteotti Alberto Aghemo, aprirà gli interventi Valdo Spini, Presidente della Fondazione Circolo Rosselli, seguito dall’urbanista Paolo Berdini e dall’urbanista Vittoria Crisostomi, già dirigente tecnico del Comune di Roma.

In foto, Cinzia Bellone accanto a Valdo Spini. Da sinistra, Maria Panetta direttore di Diakritica e vice presidente del Cric Rivistedicultura , il sottoscritto presidente del Cric , la prof.ssa universitaria arch. Cinzia Bellone, urbanista a Roma, Giada Fazzalari, direttore dell’Avanti! della Domenica , Andrea Puccetti della Fondazione Circolo Rosselli (Spazio QCR) alla manifestazione del Cric nella Fiera Più Libri Più Liberi

Total
0
Condivisioni
Prec.
Dal paraurti abbandonato scatta l’indagine: uomo denunciato per falso ideologico

Dal paraurti abbandonato scatta l’indagine: uomo denunciato per falso ideologico

Firenze  – Tutta colpa del paraurti abbandonato in strada lo scorso

Succ.
Studentessa siriana a Siena grazie al progetto Unicore per i rifugiati

Studentessa siriana a Siena grazie al progetto Unicore per i rifugiati

Siena – Ha incontrato oggi in Ateneo il Rettore Roberto di Pietra la prima

You May Also Like
Total
0
Condividi