Uno chef stellato per chi resta in città

Un giovedì di mare con Gianni D’Amato al Caffè Arti e Mestieri

“I miei collaboratori ed io ce la mettiamo tutta per continuare a fare bene. Da qui, dalla voglia di emergere anche in una città diversa da quella che per lungo tempo ci ha ospitati, è scaturita l’idea di organizzare una serie di eventi: l’abbiamo intitolata Incontri al caffè”.
Parole dello chef Gianni D’Amato, il noto fondatore del pluristellato “Rigoletto” di Reggiolo: chiaro il riferimento al terremoto del maggio 2012, che al paese della Bassa procurò profonde ferite, lesionando seriamente anche Villa Manfredini dove dal 1998 aveva sede il quotato ristorante, premiato con le due stelle Michelin.
Ben lungi dal voler lasciare l’attività di ristorazione, cominciata in Lunigiana negli anni Ottanta e da sempre grandissima passione, Gianni D’Amato e la moglie Fulvia Salvarani hanno pertanto deciso di trasferirsi e di aprire un nuovo locale, in attesa che Villa Manfredini torni ad essere agibile; per questo hanno eletto Reggio Emilia – e in particolare gli spazi del Caffè Arti e Mestieri in via Emilia San Pietro 16 – a base per la ripartenza.

Lo chef Gianni D'Amato
Lo chef  Gianni D’Amato

Alla qualità di sempre si è aggiunta la voglia di sperimentare, e quindi la proposta di iniziative come quella in programma giovedì 25 luglio alle 21: una cena degustazione di mare, quattro portate dall’antipasto al dolce accompagnate dal vino – abbinamento curato personalmente da D’Amato, che per la serata sarà impegnato tra i fornelli insieme a una schiera di fidati collaboratori. Chi preferisse optare per un’altra soluzione, potrà prendere parte unicamente all’aperitivo in programma dalle 18.30 alle 20.30, prima della cena: due calici di vino – Trento doc Maximum e Ferrari Perlè – accompagnati dal finger food preparato dallo chef. Per informazioni e prenotazioni si può contattare il numero 0522 432202 oppure scrivere a caffeartiemestieri@ilrigoletto.it.

“Questo evento non resterà isolato. È una serata che nel suo genere vorremmo riproporre, cambiando cibi e vini. Abbiamo diverse idee per l’estate, che ci piacerebbe concretizzare presto”, spiega Gianni D’Amato. “In tempi di crisi come questo, il nostro resta un bilancio positivo nonostante le difficoltà. La città risponde: per me e per i miei cari Reggio rappresenta una realtà nuova, ma siamo contenti di essere qui e di misurarci con essa. La passione, l’impegno, il lavoro di squadra continuano a premiarci”.

Total
0
Condivisioni
Prec.
Viaggio al termine dell’autostrada

Viaggio al termine dell’autostrada

Scegliamo volontariamente una giornata d’inferno

Succ.
Un Piano Marshall per le coscienze

Un Piano Marshall per le coscienze

«Non è più lecito giocare alla politica, come per troppo tempo si è fatto: i

You May Also Like
Total
0
Condividi