River to River: arriva la superstar di Bollywood Amitabh Bachchan

Firenze – Sarà il divo di Bollywood Amitabh Bachchan (foto), superstar incontrastata in India e interprete di oltre 200 film, l’ospite speciale della terza giornata del 21/mo River to River Florence Indian Film  Festival, domenica 5 dicembre al cinema La Compagnia a Firenze(via Cavour 50/R) e online nella sala virtuale Più Compagnia in collaborazione con MYmovies.it.

Big B, come è soprannominato in patria in riferimento alla sua statura artistica, che in più di 50 anni di carriera è stato attore, produttore, presentatore televisivo e personaggio politico, incontrerà il pubblico in collegamento video dopo della proiezione, alle 16.30, del suo ultimo lavoro: il thriller psicologico “Chehre” di Rumi Jaffery. Bachchan interpreta un ex pubblico ministero che, ritirato insieme a tre colleghi in un’isolata casa di montagna, si diverte a inscenare un processo nei confronti di un giovane sconosciuto in cerca di riparo dal maltempo. Ben presto però le cose si riveleranno tutt’altro che un semplice gioco.

Le attività del festival partiranno alle 15.00 al cinema La Compagnia con la prima Italiana del documentario “Patrick Goes to Bollywood di Clemens Jurk e Patrick Ranz. La ricerca di un cambio di prospettiva nella vita porta Patrik, regista e fotografo tedesco, a intraprendere un esilarante viaggio in India per entrare nella favolosa industria cinematografica di Mumbai e diventare finalmente un attore di Bollywood.

Alle 20.30 sarà la volta della commedia romantica “WingMan (The Universal Irony of Love)” di Anju Gulati. La pellicola, per la prima volta in Italia, è il racconto agrodolce della vita di Omi, impiegato in un call center per appuntamenti con un talento speciale nel creare dei match di coppia, la cui straordinaria abilità sembra funzionare con tutti tranne che per se stesso. Abbandonato dalla fidanzata, inizia a corteggiare una donna sposata, finché non finirà in una notte folle che potrebbe cambiare per sempre la sua vita. Al termine del film, il regista sarà in collegamento video.

Alle 18.00, sempre al cinema La Compagnia, in Saletta Mymovies, continuano le proiezioni di “Mumbai Diaries 26/11”, la miniserie dedicata agli attacchi terroristici avvenuti a Mumbai il 26 novembre 2008, dal punto di vista dell’equipe medica del Bombay General Hospital. Lo staff medico si trova ad affrontare, insieme ad altri soccorritori, una crisi che causerà alla città immensi danni. In questa battaglia per salvare vite e aiutare il prossimo, chi tenta di riparare la situazione rimarrà maggiormente coinvolto emotivamente e fisicamente.

MOSTRA FOTOGRAFICA RIVERS

Presso il MAD Murate Art District (piazza delle Murate), fino al 15 gennaio 2022 sarà visitabile la mostra RIVERS, personale del fotografo tedesco Peter Bialobrzeskiun viaggio lungo i fiumi più iconici del mondo partito nel 1996 dalle acque del Gange, in India, e approdato nel 2020 a quelle dell’Arno, a Firenze. Bialobrzeski accompagna lo spettatore dal Yangon River, nel Myannmar (2016), al fiume Elba ad Amburgo (2004), dalle acque del fiume Aji a Osaka, in Giappone (2015), a quelle del possente Yangtze a Wuhan, Cina (2017). Un percorso simbolico tra paesi, culture e paesaggi attraverso il fluire dell’acqua e della sua energia vitale. I lavori di Bialobrzeski sono stati esposti in Europa, USA, Asia, Africa e Australia. Ha vinto numerosi premi tra cui il prestigioso World Press Photo Award nel 2003 e nel 2010. Evento in collaborazione con fsm – Fondazione Studio Marangoni e MAD Murate Art District (ingresso libero, dal martedì al sabato, ore 14.30-19.30, info e prenotazioni info.mad@musefirenze.it e 055/247687). 

I WAS A SARI

Da sempre attento a intercettare le realtà più interessanti del Subcontinente, per la sua 21ma edizione il River to River Florence Indian Film Festival si apre alla moda. Nasce così l’incontro con I was a Sari, il marchio di accessori e abbigliamento ready to weardistribuito da Oxfam Italia, che dona nuova vita agli abiti femminili tradizionali dismessi (le sari, appunto) trasformandoli in vestiti pregiati, gioielli, calzature e tessuti ornamentali realizzati a mano da artigiane degli slum dell’IndiaEtico, unico e sostenibile: un brand made in Mumbai che si schiera con le donne e con l’ambiente, promuovendo un concept di moda fatta di pezzi unici, con una storia da raccontare. Il progetto sarà presente ogni giorno al festival con un punto informazioni e un punto vendita delle varie creazioni.

L’INDIA A TAVOLA

Durante il festival sarà possibile assaggiare specialità culinarie indiane preparate al bar ristorante del cinema La Compagnia. Inoltre, martedì 7 dicembre, per tutti gli appassionati di cucina il River to River in collaborazione con l’Istituto Cescot (Piazza Pier Vettori 8/10 a Firenze) organizza un corso di cucina indiana (per informazioni: 055 2705306 – g.beni@cescot.fi.it).

Total
0
Condivisioni
Prec.
“Acquisti sicuri”, a Firenze scatta l’obbligo di mascherina all’aperto

“Acquisti sicuri”, a Firenze scatta l’obbligo di mascherina all’aperto

Firenze – Scatta da oggi 4 dicembre dalle 10 del mattino alle 22 di sera,

Succ.
Dante 700: l’ultima discesa all’Inferno con Claudio Sacchi

Dante 700: l’ultima discesa all’Inferno con Claudio Sacchi

Firenze – Nella Sala delle Esposizioni dell’Accademia delle Arti del

You May Also Like
Total
0
Condividi