Per le donne e per la libertà di Iran e Afghanistan, manifestazione a Vaglia

Si terrà a Vaglia, sabato 25 febbraio a partire dalle 11, una manifestazione pubblica a sostegno dei diritti delle donne in Iran e in Afghanistan e della libertà dei loro popoli

Vaglia – Si terrà a Vaglia, sabato 25 febbraio a partire dalle 11, una manifestazione pubblica a sostegno dei diritti delle donne in Iran e in Afghanistan e della libertà dei loro popoli. La manifestazione si terrà in piazza Corsini, dove interverranno il sindaco di Vaglia Leonardo Borchi, il presidente dell’Unione Montana Comuni del Mugello Stefano Passiatore, Reha Nawin del Cospe Afghanistan, oltre ad attiviste del movimento iraniano Donna-Vita-Libertà. L’iniziativa ha visto capofila il Comune di Vaglia, con l’Unione Montana dei Comuni del Mugello, Cospe e Arci Firenze.

“”Lo scopo della manifestazione, come cittadini del mondo, risiede nel testimoniare la vicinanza alle donne, ma anche a tutto il popolo iraniano ed afghano nella rivendicazione della loro libertà, in un abbraccio ideale per far sentire la nostra solidarietà e far pressione sui loro governi – dice il sindaco di Vaglia, Leonardo Borchi – ma ha anche l’intento di sottolineare a noi stessi, che possiamo vantare di godere diritti civili e sociali acquisiti, quanto importante sia avere presente di doverli difendere costantemente”.

Ricordiamo che secondo gli ultimi dati forniti dalle Ong, in particolare Iran Human Rights con sede a Oslo, che tiene il conto in mancanza di dati ufficiali, in Iran sarebbero circa 500 i morti nelle proteste di piazza, e oltre 100 i prigionieri in attesa di esecuzione capitale.

Total
0
Condivisioni
Prec.
Pd, Livia Turco fra pochi giorni a Firenze: “Elly è una donna coraggiosa”

Pd, Livia Turco fra pochi giorni a Firenze: “Elly è una donna coraggiosa”

Firenze – Arriverà a Firenze l’ex ministro e parlamentare Livia

Succ.
Liceo Michelangiolo, un gruppo con calci e pugni sugli studenti

Liceo Michelangiolo, un gruppo con calci e pugni sugli studenti

Firenze – Episodio davanti al liceo Michelangelo, la Questura parla di

You May Also Like
Total
0
Condividi