Paga i mobili di casa col prestito Covid, denunciato

Empoli – Ha utilizzato parte del prestito Covid-19 garantito dalla Stato per pagare i mobili di casa. Così per un imprenditore originario di Pontedera (Pi) ma esercente l’attività di rappresentante di calzature nell’empolese è scattata la denuncia e il sequestro del mobilio per l’ipotesi di malversazione ai danni dello Stato: in sostanza per aver utilizzato una tranche del finanziamento per estinguere un prestito precedentemente acceso. Il decreto, firmato dal Gip del Tribunale di Firenze Angela Fantechi su richiesta della Procura, è stato emesso a seguito delle indagini svolte dalla Compagnia delle Fiamme Gialle di Empoli, le quali hanno permesso di appurare che l’imprenditore dopo aver avuto 25.000 euro a titolo di finanziamento garantito dallo Stato, ne aveva utilizzati 8.000 per scopi non coerenti rispetto a quelli previste dal provvedimento governativo del primo periodo di lockdown.

Dagli approfondimenti è infatti emerso che l’uomo aveva adoperato una “fetta” del contributo statale, concesso per il sostegno alle imprese in crisi a causa della congiuntura pandemica e destinato necessariamente a finalità connesse al fabbisogno aziendale, per estinguere anticipatamente una linea di credito personale accesa anni prima per l’acquisto di arredamenti per la propria abitazione. Il sequestro preventivo è stato eseguito dagli uomini della Guardia di Finanza che hanno così recuperato l’intero importo di 8.000 pari alle somme distratte

Total
0
Condivisioni
Prec.
Istituto Innocenti, Giuffrida: “Pronti ad accogliere madri e bambini in fuga”

Istituto Innocenti, Giuffrida: “Pronti ad accogliere madri e bambini in fuga”

Firenze – Una lettera al prefetto di Firenze Alessandra Guidi, dalla

Succ.
No vax, pugno duro di Giani, dead line fissata al 30 settembre

No vax, pugno duro di Giani, dead line fissata al 30 settembre

Firenze – Il presidente della Regione Toscana fissa una dead line che

You May Also Like
Total
0
Condividi