Muore per le esalazioni del mosto a Pontassieve

Era entrato dentro ad un tino per ripulirlo dalle tracce lasciate dal vino, ma ha accusato un malore ed è morto. La tragica vicenda è avvenuta in un’azienda agricola di Pontassieve, in provincia di Firenze. la vittima, il quarantaduenne Marco Bargellini, era residente alla Rufina e stava mescolando il mosto contenuto in un silos in compagnia di un collega. Probabilmente le esalazioni del mostro, dovute all’anidride carbonica prodotta dalla fermentazione dell’uva, gli hanno fatto perdere i sensi. Quando il compagno di lavoro si è accorto che l’uomo non rispondeva, ha chiamato i soccorsi, ma ormai non c’era più niente da fare. Il pubblico ministero ha ordinato l’autopsia sul corpo di Bargellini. Secondo le prime indiscrezioni, il locale nel quale i due operai agricoli stavano lavorando sarebbe stato poco aereato.

Total
0
Condivisioni
Prec.
Lavoro nero
La Finanza sequestra
falsa agenzia interinale

Lavoro nero
La Finanza sequestra
falsa agenzia interinale

Una bella sede in centro storico a Reggio; un professionista preparato e

Succ.
Mazzata Italia: Moody’s taglia il rating

Mazzata Italia: Moody’s taglia il rating

A pesare sull'Italia sono - spiega l'agenzia americana - "le incertezze

You May Also Like
Total
0
Condividi