In Qatar c’è anche la coppa del mondo dei cammelli

Concorso di bellezza a prova di botox e collagene

Non solo i calciatori ma anche i cammelli sono scesi in lizza in Qatar per conquistare una coppa del mondo. Se i primi puntano a portare a casa la coppa Rimet, i secondi sono invece impegnati a riportare il concorso mondiale di bellezza. Insomma il riconoscimento di essere il più  bell’esemplare della terra.

Alla « camel beauty World Cup » partecipano cammelli provenienti dai paesi del Golfo. La posta in gioco è di grandissimo prestigio e la vittoria ambitissima. Il concorso viene seguitissimo e soprattutto si svolge sotto alta sorveglianza per evitare  trucchi ed imbrogli.

Un’equipe medica è al lavoro per evitare che «in passerella » sfilino  animali la cui avvenenza non è naturale al 100%.  Pur di vincere proprietari non disdegnerebbero infatti di ricorrere a chirurgia estetica o a migliorare a suon di Botox, filler al collageno e silicone labbra, nasi, mascelle  e gobbe dei loro poveri cammelli. Una pratica, pare, assai usata come si era già visto nel 2018 quando al « Camel Festival’ che  si svolge ogni anno vicino a Ryad, 12 partecipanti erano stati messi al bando perché ritoccati al botox. Perdendo così ogni chance di riportare gloria e danaro. Il monte premi del festival saudita è complessivamente di 57 milioni di dollari da spartire nelle varie categorie. Negli anni successivi i concorrenti sospesi erano saliti a una quarantina.

Secondo quanto era stato appurato in Arabia Saudita, il Botox viene iniettato nelle labbra, nel naso, nelle mascelle e in altre parti del corpo dei cammelli per rilassare i muscoli. Per assicurarsi labbra e nasi più carnosi si ricorre anche a filler di collagene mentre ad aumentare la massa muscolare ci pensano gli ormoni che sono stati somministrati per aumentare la crescita muscolare degli animali. Insomma un vero scempio. Per evitare che lo scandalo si ripeta la sorveglianza è da allora ai massimi livelli, con il ricorso anche alla moderna tecnologia,  dai raggi X agli esami genetici.

Con la coppa del mondo il Qatar fa ora concorrenza al King Abdulaziz Camel Festib-val che, nato nel 2000, si è imposto come il più importante concorso di bellezza per cammelli che attira migliaia di proprietari da tutto il mondo e anche migliaia di turisti. Il concorso dura più di un mese perché oltre comunque la giuria non deve giudicare solo la bellezza dell’animale ma anche apprezzarne l’andamento e la corsa e la qualità del latte. Anche gli Emirati Arabi Uniti organizzano da quest’anno un concorso di bellezza nazionale per rendere omaggio al « miglior compagno dell’era pre-petrolio » e  ispirarne il rispetto alle giovani generazioni.

Foto: Camelus Bactrianus (wikipedia)

Total
0
Condivisioni
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Prec.
Quel ’68 definitivamente capovolto

Quel ’68 definitivamente capovolto

Naufragati grandi sogni, si naviga nella condivisione delle banalità

Succ.
Violenza di genere, urgente l’entrata in vigore della Riforma Cartabia

Violenza di genere, urgente l’entrata in vigore della Riforma Cartabia

La nuova opera sul "Codice Rosso" del giudice Valerio de Gioia

You May Also Like
Total
0
Condividi