Aperto il Salone Internazionale dell’Arte e del Restauro di Firenze

Firenze – Giunto all’ottava edizione, il Salone Internazionale dell’Arte e del Restauro di Firenze, torna, dopo la pausa dovuta al covid, ancora più vivo e ricco di eventi.

All’inaugurazione, avvenuta nella sede della Camera di commercio di Firenze, Palazzo della Borsa erano presenti Alessandra Marino, direttrice dell’Istituto centrale per il restauro in rappresentanza del Ministero della Cultura, Eugenio Giani, presidente della Regione Toscana, Cristina Acidini, presidente del Comitato scientifico del Salone dell’Arte e del Restauro di Firenze, Giorgia Muratori, segretario regionale per la Toscana, Debora Berti, prorettrice alla Ricerca dell’UNIFI, Rocco Furferi, del Dipartimento di Ingegneria industriale, Elena Amodei, direttrice del Salone dell’Arte e del Restauro di Firenze, e Leonardo Bassilichi, Presidente della Camera di commercio di Firenze.

I luminosi spazi della Camera di Commercio di Firenze diventano la cornice ideale di eventi e delle visite di personaggi, esperti del settore del restauro, della conservazione e della valorizzazione del patrimonio culturale, e appassionati, che fino al 18 maggio potranno visitare gratuitamente il Salone e partecipare alle varie iniziative su tematiche come conservazione, restauro, formazione, nuove tecnologie e dinamiche connesse al turismo culturale e ambientale, che si possono seguire dal vivo o sulla nuova piattaforma digitale.

Afferma Elena Amodei, direttrice del Salone: “Il nostro comune desiderio è dare vita a un salotto nel cuore della città, circondato dai monumenti simbolo della cultura, dell’arte e del restauro. Negli ultimi dieci anni il Salone si è affermato come un progetto culturale unico, internazionale, che anima Firenze come una delle capitali della conservazione e della valorizzazione del patrimonio artistico culturale”.

L’evento di punta di quest’anno è la terza edizione del “International conference Florence Heri-Tech”, in collaborazione con il Dipartimento di Ingegneria Industriale dell’Università degli Studi di Firenze. Il convegno internazionale è dedicato alla ricerca scientifica applicata ai beni culturali, e prevede la pubblicazione scientifica di Springer e indicizzazione degli atti sui temi delle tecnologie applicate al restauro e al patrimonio, con 120 papers, 3 sessioni plenarie e oltre 80 relatori provenienti da tutte le parti del mondo.

Con la tavola rotonda “Firenze, Città del Restauro. Il Distretto dove conservare l’arte è un’arte”, ideata da CNA Firenze, Confartigianato Imprese Firenze, Confindustria Firenze e Legacoop Toscana, e promossa dalla Camera di commercio di Firenze, viene presentata un’analisi e numeri relativi agli addetti, ai prodotti, ai cantieri, alle aziende, alle scuole, alla ricerca, ai programmi formativi e ai professionisti del restauro fiorentino e del suo indotto.

Patrocinato da Ministero della Cultura, che partecipa con proprio stand e vari eventi, Regione Toscana, Comune di Firenze, Università degli Studi di Firenze, Fondazione Ente Cassa di Risparmio di Firenze e altre importanti istituzioni nazionali e internazionali.

Total
0
Condivisioni
Prec.
Donata Bianchi: “In memoria di Shireen, la giornalista uccisa a Jenin”

Donata Bianchi: “In memoria di Shireen, la giornalista uccisa a Jenin”

Firenze – Un minuto di silenzio del consiglio comunale di Firenze, su

Succ.
Anniversario Balducci: “L’incerto destino dell’uomo planetario”

Anniversario Balducci: “L’incerto destino dell’uomo planetario”

Firenze – “L‘incerto destino dell’ uomo planetario

You May Also Like
Total
0
Condividi