Toscana al voto, modalità, liste e candidati

Firenze – Seggi aperti questa mattina dalle 7 alle 23. Il panorama che si presenta agli elettori è costituito da 7 candidati per la poltrona di presidente della Toscana e dieci liste.

I candidati presidente sono: Claudio Borghi, candidato della Lega Nord e di Fratelli d’Italia; Gabriele Chiurli, sostenuto dalla lista Democrazia Diretta (ma che non sarà presente nella circoscrizione di Pisa); Tommaso Fattori, candidato della lista Sì Toscana a sinistra; Giacomo Giannarelli, sostenuto dal M5S; Gianni Lamioni, candidato della lista Passione Toscana, espressione di Ncd e Udc; Stefano Mugnai, candidato di Forza Italia e Lega Toscana – Più Toscana; Enrico Rossi, sostenuto dal PD e dalla lista Popolo toscano.

Accanto ai candidati presidenti ci sono gli aspiranti consiglieri. Nel nuovo Consiglio regionale ne saranno eletti 40, quindici in meno rispetto a cinque anni fa.

In nove comuni, dei 1087 chiamati alle urne in tutta Italia, si voterà anche per il rinnovo di sindaci e consigli comunali: ad Arezzo (Ar), Pietrasanta (Lu), Sillano Giuncugnano (Lu), Viareggio (Lu), Uzzano (Pt), Villafranca in Lunigiana (Ms), Coreglia Alteminelli (Lu), Castellina Marittima (Pi) e Orciano Pisano (Pi).

Si voterà dunque domani, domenica 31 maggio dalle 7 alle 23, e lo scrutinio si svolgerà immediatamente dopo, nel corso della notte. Nelle sezioni elettorali – 4.007 in tutta la Toscana, 38 in più del 2010 – presidenti, segretari e scrutatori, che sono oltre 24 mila, saranno comunque al lavoro fin da sabato, per autenticare le schede e attrezzare i seggi. Ai seggi occorre presentarsi con un documento di identità e la tessera elettorale. Se smarrita, un duplicato può essere richiesto in Comune. Gli uffici elettorali saranno per questo aperti anche domenica.

Per la prima volta darà prova di se’ il “toscanellum” ovvero la nuova legge elettorale n. 51 del 26 settembre 2014

Il diritto di voto spetta alle cittadine ed ai cittadini italiani residenti in Toscana. In caso di smarrimento della tessera elettorale è possibile rivolgersi al proprio Comune di residenza per chiederne un duplicato o un attestato sostitutivo.

Andando nello specifico, ecco le modalità di voto per l’elezione del presidente della giunta regionale e per l’elezione del consiglio regionale.

Elezione del presidente della Giunta regionale

La scheda di colore verde per l’elezione del Consiglio regionale e del Presidente della Giunta contiene all’interno di ciascun riquadro i nomi di un candidato Presidente, sotto il quale sono riportati i simboli delle liste collegate e l’elenco delle candidate e dei candidati su cui è possibile esprimere uno o due voti di preferenza.

Come si vota
Le elettrici e gli elettori possono:
Votare un candidato Presidente ed una lista ad esso collegata.
Votare solo per uno dei candidati Presidente.
Votare solo una lista: in tal caso il voto si intende espresso anche a favore del candidato Presidente ad essa collegato.
Esprimere un voto disgiunto, ossia votare per un candidato Presidente e per una lista ad esso non collegata.

Presidente della Giunta regionale sarà il candidato Presidente che ha ottenuto almeno il 40 per cento dei voti validi. Se questo non accade, dopo due settimane si procederà ad un turno di ballottaggio fra i due candidati più votati.

Elezione del Consiglio regionale

Il Consiglio regionale viene eletto con la stessa scheda, dove il simbolo di ciascuna lista è affiancato dall’elenco dei candidati.

Come si vota
Le elettrici e gli elettori possono esprimere uno o due voti di preferenza, tracciando un segno sulla casella a fianco dei nomi indicati sulla scheda. Nel caso in cui l’elettrice o l’elettore esprima due voti di preferenza, i voti devono essere espressi per candidati di genere diverso, una donna e un uomo o viceversa, pena l’annullamento della seconda preferenza in ordine di lista. Saranno eletti le candidate e i candidati che riporteranno il maggior numero di preferenze.

Ogni partito può presentare una lista di tre “candidati regionali”. Nel caso in cui un partito si avvalga di tale possibilità, sotto il simbolo appare la scritta “lista regionale presente”. I nomi delle candidate e dei candidati sono riportati nei manifesti affissi in ogni Sezione elettorale.
Tra i quasi tre milioni di toscani che il 31 maggio 2015 saranno chiamati alle urne per eleggere il nuovo presidente della Toscana e i 40 nuovi consiglieri della Regione ci sono anche 123.195 toscani che vivono all’estero e che sono iscritti all’Aire, l’anagrafe dei residenti all’estero: 12.501 solo nel comune di Firenze, 9.869 a Livorno, 7.679 a Lucca e 4.241 a Capannori, tanto per dare qualche numero.

Se vorranno votare, dovranno tornare in Toscana. Per agevolare il voto sono previsti rimborsi per il viaggio: 103 euro per chi arriva da un paese europeo, 206 per chi arriva da un altro continente.

Sul territorio nazionale tutti gli elettori fuorisede potranno inoltre usufruire di tariffe agevolate sui treni, con sconti fino al 70 per cento. Basterà mostrare la tessera elettorale.

Total
0
Condivisioni
Prec.
Venticinquenne perde la vita in un incidente nel Pisano

Venticinquenne perde la vita in un incidente nel Pisano

Pisa – Nel corso della notte appena trascorsa, quella fra venerdì 29 e

Succ.
Ciclismo, quasi 200 dilettanti a Montalto di Arezzo

Ciclismo, quasi 200 dilettanti a Montalto di Arezzo

Firenze – Sono 174 i corridori dilettanti èlite ed under 23, tra cui

You May Also Like
Total
0
Condividi