Quattro spettacoli di danza al Politeama Pratese

Prato –  Tutto è pronto al Politeama Pratese per ospitare una rassegna di quattro spettacoli di danza e musica grazie alla collaborazione di Florence Dance Festival, e che vedrà sul suo palcoscenico ospitare compagnie internazionali e prime regionali.

Un cartellone che si apre da domenica 19 marzo (alle 18) quando debutterà in prima regionale lo spettacolo Little Murmur della compagnia britannica Aakash Odedra, per proseguire con Ask yourself, Who’s next? (sabato 25 marzo) e Ballade (sabato 15 aprile), culminando nel finale di Bolero (sabato 29 aprile) della coreografa Marga Nativo sulle note di Ravel.

«Il nostro palcoscenico sembra fatto su misura per la danza – sottolinea la presidente del Politeama Pratese Beatrice Magnolfi – Ci piace che un’istituzione storica come Florence Dance Festival possa radicarsi in un teatro molto amato dalla città. Per noi si tratta di mettersi in gioco con un genere artistico sostanzialmente nuovo: abbiamo sì programmato spettacoli di danza e senz’altro li riprogrammeremo ma un appuntamento così denso in un periodo preciso dell’anno diventa un invito eloquente per il variegato mondo della danza pratese, fatto di tante scuole e di esperienze consolidate come quella della compagnia Kinkaleri».

La nuova rassegna segna l’avvio di una proficua collaborazione fra il Politeama Pratese e due professionisti del settore come Keith Ferrone e Marga Nativo, già prima ballerina ètoile del Teatro Comunale di Firenze, oggi fondatrice e direttrice artistica di Florence Dance Festival insieme a Keith Ferrone.

«Abbiamo subito raccolto l’invito del Politeama per affiancare alla nostra storica attività di formazione di giovani talenti l’organizzazione di quattro appuntamenti di livello internazionale – aggiungono Keith Ferrone e Marga Nativo –  La danza è una delle arti più antiche, capace di raggiungere tutti esprimendosi attraverso la gestualità del corpo».

Politeama Spring Dance l’abbraccia nelle sue diverse declinazioni, dalla classica a quella più contemporanea, guardando con interesse alla presenza nutrita sul territorio delle scuole di danza che in occasione degli spettacoli potranno trovare una proposta di eventi collaterali, fra workshop e masterclass, con grandi nomi di coreografi come Angelo Egarese e Michele Merola.

«La danza era un tassello che mancava rispetto al nome del luogo in cui siamo – fa notare l’assessore alla Cultura del Comune di Prato Simone Mangani – a dimostrazione di come il Politeama sia la casa di tutti gli spettacoli dal vivo».

Nel giorno della Festa del papà , domenica 19 marzo, il primo sipario di Politeama Spring Dance si alzerà su uno spettacolo per famiglie e bambini, che attraverso il linguaggio del corpo affronta il tema della dislessia raccontando con gli occhi dei più piccoli le difficoltà dell’approccio con il mondo delle lettere e parole. Parole e corpi che volano come stormi di uccelli mormorando nel cielo, grazie alle coreografie di Aakash Odedra e Lewis Major. Little Murmur debutterà in prima regionale al Politeama: il tour internazionale della compagnia nella prima metà del 2023 toccherà dieci tappe fra Inghilterra, Scozia, Irlanda del Nord e, in Italia, si fermerà solo a Torino e a Prato.

Sabato 25 marzo (alle 21)  arrivano i Kinesis Contemporary Dance Company, realtà toscana dall’esperienza ultradecennale che esplora continuamente gli orizzonti del contemporaneo coniugando ricerca e sperimentazione in una continua evoluzione tra coreografia e teatralità. Angelo Egarese e Francesco Giubasso firmano rispettivamente la coreografia e le musiche dal vivo di Ask yourself, Who’s next?.

Previsto alle 18.30 un workshop con il coreografo Angelo Egarese, accompagnato dalla musica dal vivo di Francesco Giubasso, aperto agli allievi delle scuole di danza del territorio. Mentre con Ballade (sabato 15 aprile, ore 21), un viaggio in punta  di piedi e che porta la firma di MM Contemporary Dance Companye sotto la direzione di Michele Merola.

Un nuovo spettacolo fresco di debutto che a Modena ha ricevuto il premio Danza & Danza 2022 come miglior produzione italiana, ed è composto da due coreografie firmate da Mauro Bigonzetti ed Enrico Morelli in un alternarsi di musiche legate a epoche diverse, da un romantico Chopin a brani di Nick Cave e Leonard Cohen. Conclude la rassegna Bolero firmato da FloDance 2.0 (sabato 29 aprile, ore 21), formazione artistica del Florence Dance Festival, un lavoro coreografico articolato in tre momenti: lo spettacolo si apre con 1943 che mette in scena l’assurdità della guerra e si chiude con Bolero l’orchestra sulle note della celebre partitura di Ravel. Al centro risuona Again, una coreografia inedita di Arianna Benedetti per Politeama Spring Dance con musiche originali di Massimo Buffetti.

La programmazione continuativa di spettacoli di danza rientra fra gli indirizzi del Politeama Pratese, per dare voce e sostegno a un comparto spesso penalizzato: un’opportunità per far crescere i nuovi talenti strizzando l’occhio all’interdisciplinarietà per valorizzare il dialogo fra diversi linguaggi espressivi. La danza, del resto,  è entrata a pieno titolo nel cartellone delle ultime stagioni del Politeama Pratese con spettacoli di un certo spessore come Back to dance della compagnia Kataklò.

In occasione della rassegna Politeama Spring Dance è prevista una tariffa agevolata per gli allievi di scuole di danza che pagheranno un biglietto di 10 euro per partecipare ai quattro gli spettacoli.

Nella foto da sinistra Keith Ferrone, Marga Nativo, Simone Mangani e Beatrice Magnolfi

Total
0
Condivisioni
Prec.
Quali percorsi per i senza fissa dimora, se ne parla all’Istituto degli Innocenti

Quali percorsi per i senza fissa dimora, se ne parla all’Istituto degli Innocenti

Firenze – “Diritto alla salute e all’abitazione: quali

Succ.
Alle Oblate Sergio Givone parla di Dostoevskij

Alle Oblate Sergio Givone parla di Dostoevskij

Firenze – Il prossimo venerdì 17 marzo alla Biblioteca delle Oblate, sala

You May Also Like
Total
0
Condividi