Imbianchino campano mette a segno serie di furti a Livorno

I carabinieri di Livorno hanno denunciato ieri, 12 gennaio, una coppia di ladri. Si tratta di un imbianchino di 33 anni di origini campane e della sua compagna livornese di 28 anni. L'operaio edile e la donna, che fra l'altro è anche incinta, avrebbero messo a segno una serie di rapine in abitazioni livornesi. Il trentatreenne sistemava le abitazioni effettuando interventi di manutenzione (stuccatura ed imbiancatura). Terminato il lavoro, però, fingeva di controllarne l'esito positivo con i padroni di casa e si recava nelle abitazioni assieme alla fidanzata. Sfruttando il fatto di essere incinta, questa chiedeva di riposarsi o andare in bagno ed acchiappava i preziosi delle malcapitate famiglie. Nelle vacanze di Natale la coppia, secondo i carabinieri livornesi, avrebbe messo a segno, con questa strategia, almeno tre furti in appartamento a Livorno. I gioielli sottratti dalle abitazioni venivano poi portati a negozi "Compro oro" per essere barattati con denaro contante. I carabinieri sono risaliti alla coppia di ladri dai controlli, appunto, dei "Compro oro", nel corso dei quali è scattata una denuncia per il proprietario di un esercizio che aveva acquistato alcuni preziosi rubati senza registrarli. Secondo la ricostruzione dei carabinieri, la coppia aveva anche truffato una sedicente maga livornese con la scusa di far togliere il malocchio alla donna incinta. Mentre la procedura contro la jattura andava avanti, infatti, l'imbianchino avrebbe ripulito l'abitazione della donna.

Total
0
Condivisioni
Prec.
L’ombra della mafiaA Reggio vanno a fuoco 7 auto al mese

L’ombra della mafiaA Reggio vanno a fuoco 7 auto al mese

In almeno un caso su tre il rogo è di origine dolosa

Succ.
Il Diavolo e il tesoro: il mistero del castello di Cola

Il Diavolo e il tesoro: il mistero del castello di Cola

Storie lontane e cupe presenze

You May Also Like
Total
0
Condividi