Giulio Regeni, ancora mancano tabulati telefonici e video telecamere sorveglianza

Il video dal canale Euronews. La procura di Roma sta preparando la rogatoria per la richiesta degli atti ritenuti indispensabili per fare avanzare l’inchiesta sulle responsabilità degli apparati di polizia e dei servizi segreti egiziani nell’aver torturato per 7 giorni e causato la morte del giovane studioso Giulio Regeni. In particolare ha richiesto i tabulati telefonici e i video delle telecamere di sorveglianza.

L’eurodeputato Gianni Pittella, presidente del gruppo S&D in Parlamento europeo, chiede che “anche la Commissione Europea, come ha fatto l’Italia, riconsideri i rapporti con l’Egitto”. L’Egitto – prosegue Pittella – è un partner economicamente e geo-geostrategicamente importante per l’Italia e per l’Europa, ma questo non significa che l’Egitto può permettersi di non rispettare i diritti umani”.

Il legale della famiglia di Giulio Regeni, ha riconosciuto alcuni indumenti di *Giulio Regeni*, ritratti nelle foto scattate sul luogo del ritrovamento del cadavere lungo la strada che collega Il Cairo ad Alessandria. Le foto erano state fatte dalla polizia egiziana e consegnate agli inquirenti italiani il 7 e 8 aprile.
Notizie collegate
Appello di Giustizia e Libertà al Governo: “No esitazioni misure diplomatiche ed economiche”
Firenze, piazza Repubblica: Verità per Giulio Regeni
Quattro striscioni per Regeni all’Istituto Universitario Europeo
Alziamo il Volume ! la Rossini con Amnesty, per Giulio Regeni
“Verità per Giulio Regeni”: Empoli aderisce all’iniziativa

 

 

 

Total
0
Condivisioni
Prec.
GE Oil & Gas a Massa si rinnova grazie a “Evoluzione”

GE Oil & Gas a Massa si rinnova grazie a “Evoluzione”

Massa – Inaugurata oggi presso il nuovo ingresso del polo massese di

Succ.
Regeni, Giustizia e libertà: “No esitazioni, misure diplomatiche ed economiche”

Regeni, Giustizia e libertà: “No esitazioni, misure diplomatiche ed economiche”

Roma – L’appello di Libertà e Giustizia al Governo italiano perchè

You May Also Like
Total
0
Condividi