Fantozzi non avrebbe avuto dubbi: “Twin Peaks 2017 è una c…ata pazzesca”

fantozzi
Il famoso e liberatorio sfogo fantozziano

Qui, 25 anni dopo, il problema è solo uno, e ha nome e cognome: David Lynch, il regista e ideatore della serie, assieme a Mark Frost. Un conto è il genio visionario, il linguaggio metaforico, metafisico e meta-quello-che-volete-voi, Lynch è sempre stato così in (quasi) tutti i suoi film, anche se ha dimostrato di saper parlare il linguaggio comprensibile anche a noi spettatori da bar (vedi “Elephant Man” e “Una storia vera”, ad esempio), altra faccenda è invece non avere uno straccio di ragione per riesumare Twin Peaks, nascondendosi dietro il paravento di un linguaggio incomprensibile ai più.

Questo “Twin Peaks-Il ritorno” è naturalmente piaciuto un sacco alla critica colta, la stessa che ride quando Fantozzi sentenzia che la famosa Corazzata è una c…ata pazzesca, non capendo che sta prendendo in giro proprio lei, la critica che riesce a individuare la cifra artistica di un’opera solo nella sua lontananza dalle menti semplici. Noi del Bar De Curtis – dove lo ricordiamo si parla di cinema come di calcio, ovvero “pane e salame”, senza competenze e senza termini adeguati – dopo 9 puntate ci siamo arresi. Sedotti dall’inizio, da nani, giganti, stanze rosse e demoni, accarezzati dal doppio Cooper, l’agente FBI posseduto dallo spirito maligno alla fine di Twin Peaks, ma poi clamorosamente abbandonati e disillusi da scene inutili, viaggi nel tempo, silenzi interminabili e bombe atomiche nel deserto del New Mexico. E vi assicuriamo che non stiamo buttando esempi lì a caso.

twinMagari si riprenderà la serie cult, dalla decima alla diciottesima puntata diventerà un capolavoro, ma per noi basta così, ci fermiamo qui. Ci perdonerà il maestro dell’onirico Lynch (stavolta sempre regista, a differenza di 25 anni fa): non capirci una mazza è un conto ed è colpa dello spettatore, ma buttare delle scene lì a caso per allungare il brodo è un peccato di presunzione dell’autore. Dov’è l’atmosfera del vecchio Twin Peaks? Dov’è Twin Peaks stesso, location marginalissima in questa nuova serie? Dove sono i particolari macabri, i non-vedo-ma-immagino, scene disturbanti e violente come quella della rivelazione dell’assassino?

Ci vuole rispetto per chi investe sangue, sudore e soldi in un progetto, Twin Peaks 2017 incluso. Ma ci vuole rispetto anche per chi ti regala ore della propria vita, davanti allo schermo. E si aspetta almeno di non essere preso in giro, se non si ha nulla da raccontare.

Total
0
Condivisioni
Prec.
NEET e povertà estrema, l’Italia dei record

NEET e povertà estrema, l’Italia dei record

Firenze – Un record da brivido per l’Italia che, con il 19,9% di

Succ.
Incendi, tornano le fiamme nel grossetano

Incendi, tornano le fiamme nel grossetano

Grosseto – Brucia di nuovo Marina di Grosseto, dopo il rogo di ieri, e

You May Also Like
Total
0
Condividi