8 Marzo, musei nazionali gratis per le donne e tante iniziative

Firenze – 8 Marzo gremito di iniziative, sia a Firenze che in tutta la Toscana. Intanto anche quest’anno il MIC-Ministero della Cultura prevede l’ingresso ratuito per le donne in tutti i musei Statali. A Firenze, la gratuità dell’entrata alla Galleria dell’Accademia, si sposa quest’anno  a unulteriore iniziativa, che riguarda i volontari di Corri La Vita, che, all’uscita dal Museo,  spiegheranno l’attività della Onlus impegnata ad aiutare le donne colpite da tumore al seno e raccoglieranno fondi per i progetti che sostiene.

“Abbiamo scelto di ricordare la Giornata internazionale della donna – spiega il direttore Cecilie Hollberg – con un segnale concreto sul territorio, supportando e abbracciando la causa dell’Associazione CORRI LA VITA. È il primo evento di un sodalizio che con la presidente Eleonora Frescobaldi ci vedrà insieme per altre collaborazioni future.” Tutto il personale di sala del museo indosserà le magliette firmate Ferragamo diventate il simbolo della manifestazione che ogni anno a settembre riempiono le strade di Firenze e che negli anni sono state indossate da numerosi testimonial provenienti dal mondo della cultura, dello spettacolo e dello sport.

Ingressi gratuiti per le donne anche al Museo Nazionale del Bargello, al Museo di Palazzo Davanzati e al Museo delle Cappelle Medicee. I tre musei aderiscono infatti all’iniziativa promossa del Ministero della cultura e oltre a offrire l’ingresso gratuito alle donne danno anche la possibilità a tutti i visitatori offrono di partecipare ad una serie di visite tematiche speciali guidate, organizzate per l’occasione. Dalla “Dama col mazzolino” di Verrocchio al Museo Nazionale del Bargello, alla leggenda di Tristano e Isotta e alle vicende legate all’emancipazione della donna nell’economia domestica al Museo di Palazzo Davanzati, fino alla storia della duchessa Eleonora di Toledo alle Cappelle Medicee e non solo. Questi gli orari di apertura:  Museo Nazionale del Bargello08.15 – 13.50 – Visite guidate h.10.00 e h. 12.00, Museo di Palazzo Davanzati 08.15-13.50 – Visite guidate h. 9.15 – 10.15 – 11.15 – 12.15, Museo delle Cappelle Medicee 08:15-18.50 – Visite guidate h.11.00, 12.00, 16.00, 17.00

Fiesole, mercoledì 8 marzo alle 16.30 il sindaco Anna Ravoni consegnerà a tutte le donne fiesolane la tradizionale “stampa” nella Sala del Basolato in Piazza Mino. Quest’anno la stampa è la riproduzione di un’opera di Xiyu Guo intitolata “Luce riflessa”. A seguire l’evento “Le donne muovono le montagne Dialoghi sull’utopia femminista”. A partire dal testo di Charlotte Perkins Gilman “Muoviamo le montagne” Beatrice Gnassi editrice e traduttrice, Stefania Iacomi Assessore allo Sviluppo Economico, Alessandra Nencioni Assessore ai Servizi ai Cittadini e Anna Ravoni accompagneranno gli intervenuti alla scoperta di un universo femminista, ecologico e cibernetico in cui le donne fanno la differenza e… muovono le montagne. Dalle 19 il Loggiato del Palazzo Comunale sarà illuminato di giallo per dare un segnale di unità e solidarietà alle donne afgane e iraniane.

A Prato, fra le altre iniziative, Azzurro Donna, l’organizzazione femminile di Forza Italia, grazie a Rita Pieri responsabile regionale del movimento e Marianna Baldi, responsabile provinciale, organizza venerdì 10 marzo ore 18 presso la ex Chiesa di San Giovanni una serata dedicata al super-potere delle donne. Si tratta di dieci storie di donne protagoniste nella cultura e nelle arti, nell’imprenditoria, nella politica, nel Terzo Settore. Le ospiti, intervistate da Giulia Ghizzani, sono: Maria Paola Bini, Madre Paola Collotto, Alessandra Coppini, Qiuxiu Hua, Beatrice Magnolfi, Erica Mazzetti, Francesca Ranaldi, Fabia Romagnoli, Giovannella Pitigliani, Daniela Toccafondi, Diana Toccafondi, Elvira Trentini. Interverrà anche l’assessore pratese all’istruzione pubblica, pari opportunità e memoria Ilaria Santi.

Lucca, anche i Musei nazionali della città aderiscono all’iniziativa del Ministero della Cultura. Oltre all’ingresso gratuito ai Musei Nazionali, previste visite tematiche a cura dei vari staff dei musei:

Museo nazionale di Palazzo Mansi
La figura femminile tra realtà storica e immaginario artistico
La visita sarà suddivisa in due parti. Nella prima, verranno illustrate le figure femminili legate alla storia
sacra, alla mitologica e alla nobiltà mercantile lucchese in un percorso che attraversa le sale del museo
dal primo al secondo piano. Nella seconda, verrà presentata una riflessione sulla storia dell’argentina
Felicitas Guerrero (1846-1872), considerata dai suoi contemporanei la “mujer más bella de Argentina”,
oggetto di un triste episodio di cronaca che sconvolse all’epoca anche l’opinione pubblica europea, e che
è rappresentata nelle collezioni del museo insieme al figlio nel bozzetto in gesso dello scultore Augusto
Passaglia.
Orari delle visite (non è necessaria la prenotazione): 15.00; 17.00 (durata: 1 ora circa)
Orario di apertura del museo: dalle 9.00 alle 19.30 (ultimo ingresso ore 18.00)

Museo nazionale di Villa Guinigi
Immagini e memorie femminili nelle collezioni del Museo nazionale di Villa Guinigi
Lo staff propone un racconto dedicato alla femminilità, attraverso le opere più rappresentative legate a
questo tema nel museo che raccoglie i capolavori artistici della città di Lucca.
La rievocazione della donna attraverso gli oggetti, il ruolo femminile nella committenza artistica, e
l’iconografia sacra e profana, saranno i temi principali presentati durante il percorso.
Orari delle visite (non è necessaria la prenotazione): 15.00; 17.00 (durata: 40 minuti)
Orario di apertura del museo: dalle 12.00 alle 19.30 (ultimo ingresso ore 18.00)

MUSEO NAZIONALE DI PALAZZO MANSI
via Galli Tassi 43, 55100 Lucca LU
info: tel. 0583.55570; drm-tos.museilucchesi@cultura.gov.it

MUSEO NAZIONALE DI VILLA GUINIGI
via della Quarquonia 4, 55100 Lucca LU
info: tel. 0583.55570; drm-tos.museilucchesi@cultura.gov.it

Total
0
Condivisioni
Prec.
Cerved, nel 2022 start up in netto calo, Firenze -14,9%

Cerved, nel 2022 start up in netto calo, Firenze -14,9%

crisi di nascita ler le start-up

Succ.
Cioni (CNA): “La svolta non è più rimandabile”

Cioni (CNA): “La svolta non è più rimandabile”

Firenze – Piano operativo, Scudo verde

You May Also Like
Total
0
Condividi