L’Albero di Natale per chiedere più sicurezza sui luoghi di lavoro

Fucecchio – Un abete formato da tanti caschi gialli ma tra questi alcuni sono rossi e neri, per ricordare a tutti come ancora oggi troppe persone in Italia ogni giorno si infortunano gravemente o addirittura muoiono sul luogo di lavoro. E’ l’Albero di Natale voluto dal Comune di Fucecchio e dall’ANMIL – Associazione Nazionale fra Lavoratori Mutilati e Invalidi del Lavoro – in piazza XX Settembre, proprio accanto al monumento che ricorda le vittime del lavoro e dedicato a Luana D’Orazio, una giovane vittima deceduta quest’anno in provincia di Prato.
L’Albero di Natale della Sicurezza è stata inaugurato questa mattina dal sindaco Alessio Spinelli, dal Presidente Provinciale dell’ANMIL di Firenze Evaretto Niccolai e dell’arciprete della Collegiata di Fucecchio Don Andrea Cristiani, insieme agli alunni della scuola primaria Carducci, durante una diretta sulla Web Radio TV dell’ANMIL.

In Italia ci sono circa 2 mila infortuni al giorno e oltre mille morti all’anno per incidenti sui luoghi di lavoro. “Gli episodi di cronaca – ha dichiarato il sindaco Alessio Spinelli – ci mettono tutti i giorni di fronte al fatto che il lavoro da fare per portare la cultura della sicurezza a tutti i livelli è ancora tanto. Noi anche stavolta ci siamo uniti all’ANMIL, sostenendo questa loro lodevole iniziativa, per sensibilizzare tutti sull’importanza di questo tema. La nostra amministrazione comunale è al fianco dell’ANIMIL da oltre 10 anni per portare avanti questa battaglia e per far crescere la cultura della sicurezza soprattutto nelle giovani generazioni.

Lo facciamo con incontri nelle scuole, concorsi dedicati agli studenti, convegni e tanti altre iniziative. Tutto questo perché crediamo che non sia accettabile che all’alba del terzo millennio ci siano ancora migliaia di famiglie che soffrono per la perdita di un loro caro dovuta a un infortunio sul lavoro. In questi giorni di festività dobbiamo tutti riflettere sull’importanza di mettere al primo posto la vita dei lavoratori e la serenità delle loro famiglie”.

Total
0
Condivisioni
Prec.
All’Isolotto il grande murale di Mario Fabiani e Giorgio La Pira

All’Isolotto il grande murale di Mario Fabiani e Giorgio La Pira

Firenze – In piazza dell’Isolotto inaugurato il grande murale

Succ.
Coronavirus 24/12: non si ferma la corsa dei nuovi contagi

Coronavirus 24/12: non si ferma la corsa dei nuovi contagi

Firenze – In Toscana i casi di positività al Coronavirus sono 3

You May Also Like
Total
0
Condividi