Prodi alla corte del signore del Kazakistan

Per il settimanale tedesco Spiegel il Professore è tra i consulenti del dittatore

Prodi alla corte del signore del KazakistanA giudicare dagli amici  il presidente del Kazakistan Nursultan Nazarbaev è un campione di democrazia. Difficile però pensare che quel 90% di consensi che ottiene da 23 anni ad ogni elezione sia frutto solo dei consigli dei suoi illustri e pare strapagati consulenti.

I diritti umani sono importanti, ci mancherebbe, ma non è elegante alzare il ditino in casa degli altri, soprattutto quando si mostrano gentili e ospitali. Ecco allora che mentre in Italia il governo rischia di cadere a causa del fino a ieri sconosciuto oligarca Mukhtar Ablyazov e della moglie Alma Shalabayeva, si scopre che l’ex premier Romano Prodi riceverebbe uno stipendio milionario dall’autarca kazako nonostante l’Osce (Organizzazione per la sicurezza e la cooperazione in Europa), abbia a più riprese denunciato la violazione di diritti umani violati in quel paese ed elezioni che non rispettano i principi democratici.

Lo ha scritto in marzo il settimanale tedesco Der Spiegel che oltre al professore nomina altri amici influenti di Nazarbaev: “Per essere un tiranno, il signore del Kazakistan ha a sua disposizione alcuni insoliti sostenitori: gli ex cancellieri tedesco e austriaco Gerhard Schröder e Alfred Gusenbauer, gli ex primi ministri britannico e italiano Tony Blair e Romano Prodi, così come l’ex presidente polacco Aleksander Kwaniewski e l’ex ministro degli interni tedesco Otto Schily”, afferma il quotidiano, ricordando che “tutti costoro sono membri nei loro Paesi di partiti socialdemocratici”.

Gusenbauer, Kwaniewski e Prodi, prosegue lo Spiegel, “sono ufficialmente membri dell’Intenarnational Advisory Board di Nazarbayev. Si incontrano diverse volte ogni anno, nella più recente occasione due settimane fa (quindi all’inizio di marzo, ndr) nella capitale kazaka Astana, e ciascuno di loro percepisce onorari annuali che raggiungono le sette cifre”. Secondo la stampa britannica, l’ex primo ministro britannico Blair, pure lui advisor, “riceve ogni anno compensi che possono arrivare a 9 milioni di euro (11,7 milioni di dollari)”.

Prodi ha continuato a frequentare il Paese anche dopo aver perso la sua carica istituzionale. “Viene tre volte l’anno e mantiene ottimi rapporti con Nazarbayev”, ha confermato una fonte kazaka al settimanale Panorama

 

Total
0
Condivisioni
Prec.
Vita di un Rottamatore mai domo

Vita di un Rottamatore mai domo

La vis rottamandi del Rottamatore dei rottamatori, al secolo Matteo Renzi, è ai

Succ.
Cinicittà – O il rimborso o la vita

Cinicittà – O il rimborso o la vita

Risolto il conflitto dei rimborsi elettorali: non ci saranno più

You May Also Like
Total
0
Condividi