Mostro di Firenze, s’affaccia nuova pista

 Firenze – Si affaccia una nuova pista, nera, per i delitti del mostro di Firenze. La nuova ipotesi  vedrebbe gli 8 duplici omicidi legati alla strategia della tensione. Sotto indagine del pm che ha sempre indagato sui delitti del mostro, Paolo Canessa, ora procuratore capo a Pistoia, sarebbe finito, secondo quanto scritto sui giornali locali, un ex legionario di 86 anni, residente a Prato. L’inchiesta sarebbe condotta in collaborazione con il procuratore aggiunto di Firenze Luca Turco.

L’uomo, che, è stato spiegato, conosceva Pietro Pacciani, sarebbe stato sentito da Canessa più volte negli ultimi mesi e condotto nei luoghi dove vennero uccise le coppiette. Era già stato coinvolto marginalmente dalle indagini. La pista nera era stata già emersa 30 anni fa e poi ripresa dopo un esposto dell’avvocato Vieri Adirani, legale dei familiari di Nadine Mauriot, una delle vittime del mostro.

   

Total
0
Condivisioni
Prec.
Ospedali toscani, scarseggiano le scorte di sangue, appello ai donatori

Ospedali toscani, scarseggiano le scorte di sangue, appello ai donatori

Pisa – “Scarseggiano le scorte di sangue negli ospedali

Succ.
Credemtel continua a investire in innovazione e acquisisce il 20% della modenese SATA

Credemtel continua a investire in innovazione e acquisisce il 20% della modenese SATA

Credemtel, società del Gruppo Credem attiva nell’offerta di servizi digitali ad

You May Also Like
Total
0
Condividi