La Cineteca di Bologna premiata a Venezia per “Salò”

Leone d’Oro per il restauro dell’ultimo film di Pasolini alla 72esima Mostra del Cinema. E il 2 novembre l’opera torna nei cinema.

Anche la Cineteca di Bologna è stata premiata a Venezia, in occasione della 72esima Mostra del Cinema. Un prestigioso Leone d’Oro per il miglior film restaurato, Salò o le 120 giornate di Sodoma di Pier Paolo Pasolini. Immediate le congratulazioni del sindaco di Bologna Virginio Merola.
La notizia “anticipa – ha sottolineato il primo cittadino – la rassegna che Bologna ospiterà nei prossimi mesi, dedicata a uno degli intellettuali più importanti della storia italiana”.

Salò è stato restaurato in collaborazione con Alberto Grimaldi, in occasione del 40esimo della morte di Pier Paolo Pasolini che ricorrerà il 2 novembre prossimo, quando il film sarà nelle sale nell’ambito del progetto della stessa Cineteca per la distribuzione dei classici restaurati.

Mi complimento a nome di tutta l’Assemblea con il dottor Farinelli, la Cineteca tutta, il Sindaco e la città di Bologna per un importante riconoscimento che premia il lavoro e la professionalità, la passione e l’impegno della Cineteca e delle Istituzioni tutte che ne sostengono l’attività” è invece il commento di Simonetta Saliera, presidente dell’Assemblea legislativa dell’Emilia-Romagna. “La cultura, il preservare ciò che è stato, la certezza che non viviamo in un eterno presente, ma siamo, in tutti gli ambiti della vita, il frutto di scelte e di fatti avvenuti anche nel passato è un elemento per vivere indispensabile per vivere in una società democratica e matura. Per questo – ha concluso Saliera – il Leone d’Oro ricevuto dalla Cineteca è il gusto riconoscimento a chi, quotidianamente, opera perché l’immenso patrimonio cinematografico del nostro Paese non vada disperso, ma valorizzato e diffuso”.

Total
0
Condivisioni
Prec.
Crevalcore, due scuole risorgono dalle macerie del terremoto

Crevalcore, due scuole risorgono dalle macerie del terremoto

Il Malpighi e il polo di Palata Pepoli ricostruiti tre anni dopo il sisma

Succ.
Via Turri al freddo e senz’acqua? “Eppure c’è chi ha pagato”

Via Turri al freddo e senz’acqua? “Eppure c’è chi ha pagato”

SI preannuncia infuocata la prima seduta del consiglio comunale dopo la denuncia

You May Also Like
Total
0
Condividi