Inceneritore di Modena, ambientalisti ancora all’assalto

Il comitato “Modenasaluteambiente” chiede assemblee pubbliche alla Provincia per discutere i limiti di smaltimento

termo-modenaL’inceneritore di Modena, e la provenienza dei rifiuti che è possibile smaltirvi, continuano a generare polemiche. L’ultima in ordine di tempo arriva dal comitato ambientalistaModenasaluteambiente”, che ha da poco depositato in Provincia la richiesta di consultazione popolare, tramite assemblee pubbliche, sulla “determina ferragostana” che ha dato la possibilità (ancora solo teorica) ad Hera di bruciare i rifiuti provenienti da tutta la Regione Emilia-Romagna e formalmente da tutta Italia.

“La Provincia doveva convocare, dopo avere ricevuto la domanda da parte di Hera, le assemblee pubbliche per sentire il parere dei cittadini – afferma Vittorio Ballestrazzi di Modenasaluteambiente – ma non l’ha fatto: inserendo il cavillo della “modifica non sostanziale”, non ha aperto la procedura partecipativa che permette le osservazioni scritte di chi rappresenta interessi diffusi (associazioni ambientaliste, comitati…) e non ha neanche pubblicato sul suo sito la domanda di Hera e la determina. Noi – conclude Ballestrazzi – vogliamo fare entrare in campo la Politica con la P maiuscola e invitiamo il presidente della Provincia e la giunta provinciale a discuterne in assemblee pubbliche consultando i cittadini come è previsto dallo statuto della Provincia”.

Intanto diventa sempre più trasversale il fronte politico che chiede al presidente della Regione Emilia-Romagna, Vasco Errani, chiarezza sull’inceneritore di Modena soprattutto dopo la cacciata dell’ex assessore regionale all’ambiente Sabrina Freda (IdV).

Errani non ha ancora risposto alle dieci domande poste proprio dal gruppo dell’Italia dei Valori, e ora anche il M5S presenta un‘interrogazione con richieste simili. “Se pensa di poter non rispondere a un gruppo consiliare alleato, se pensa che basti silurarne l’assessore perché si smetta di infastidire i suoi programmi e accordi con un’opposizione, il presidente Vasco Errani sbaglia di grosso” spiega l’esponente regionale del Movimento Andrea Defranceschi presentando il documento. A questo punto “Errani o chi per lui, dato che anche l’affidamento della delega sulla questione è poco chiara, entro trenta giorni dovrà rispondere”.

Total
0
Condivisioni
Prec.
Assemblee di circolo Pd: date e modalità di voto

Assemblee di circolo Pd: date e modalità di voto

Per i circoli Pd è il momento del voto

Succ.
Tra Monti e Casini

Tra Monti e Casini

Difficile dare un giudizio sereno su Mario Monti, bocconiano di ferro ed

You May Also Like
Total
0
Condividi