Giornate Galileiane: Pisa rende omaggio al grande scienziato

Pisa – Pisa torna a rendere omaggio al grande scienziato Galileo Galilei. Per il quinto anno la città celebra il suo figlio illustre nel giorno della nascita, avvenuta a Pisa il 15 febbraio 1564. Stamani il Comune di Pisa ha presentato il programma degli eventi che si terranno a Pisa dal 13 al 16 febbraio, in collaborazione con Università di Pisa, Scuola Superiore Sant’Anna, Scuola Superiore Normale, Sistema Museale d’Ateneo, Museo degli Strumenti di Fisica e Ludoteca Scientifica, Archivio di Stato di Pisa, Mura di Pisa, Cinema Arsenale, Società Storica Pisana e Teatri della Resistenza.

A presentare il programma oggi in conferenza stampa l’assessore al turismo Paolo Pesciatini, l’assessore alla cultura Pierpaolo Magnani, l’assessore alle politiche scolastiche Sandra MunnoSergio Giudici, direttore del Museo degli strumenti di Fisica e docente di Fisica dell’Università di Pisa, Flora Gagliardi, per l’associazione ex allievi Scuola Superiore Sant’Anna, Elisa Guidi, per la Scuola Superiore Normale, Jaleh Bahrabadi, direttore dell’Archivio di Stato di Pisa, Raffaele Zortea per le Mura di Pisa, Gabriella Garzella per la Società Storica Pisana, Dario Focardi per i Teatri della Resistenza e, in collegamento telefonico l’artista Carlo Infante. Presenti alla conferenza stampa anche Carla Benedetti per presentare i cioccolatini “Lune di Galileo” e Massimiliano Poli che produce l’amaro “Sesto Senso”, prodotti enograstronomici locali ispirati alle scoperte dell’illustre scienziato, che saranno venduti durante gli eventi.

“Galileo – dichiara l’assessore Pierpaolo Magnani – è una delle dieci personalità più importanti di tutti i tempi ed è quindi doveroso per Pisa celebrarne la figura attraverso queste Giornate Galileiane. Il programma di quest’anno coinvolge tre assessorati, alla cultura, al turismo e all’istruzione, ed è ricchissimo di iniziative pensate un po’ per tutti. Come assessore alla cultura mi sono focalizzato maggiormente sugli aspetti non strettamente legati a Galileo, ma piuttosto ispirati dalla sua figura di grande scienziato che guarda al futuro. Per questo parleremo di tecnologie, metaverso, realtà aumentata, libro ibrido, tutte parole che ci possono suonare strane ma che rappresentano appunto il futuro. Invito quindi i cittadini alla conferenza che si svolgerà mercoledì 15 febbraio, dalle ore 15 in Sala delle Baleari a Palazzo Gambacorti, a cui seguirà, la sera, alla chiesa di San Paolo a Ripa d’Arno con un concerto “visual” organizzato dai giovani della Scuola Superiore Sant’Anna insieme ad artisti internazionali”.

“Nell’ideazione di questa edizione delle Giornate Galileiane – spiega Sergio Giudici, Direttore del Museo degli Strumenti di Fisica – abbiamo cercato di creare un dialogo tra l’immaginario contemporaneo e la mens scientifica che ha preso forma grazie alle opere di Galileo. Secondo questa prospettiva, rivediamo, ad esempio, il ruolo delle immagini nella ricerca, confrontando i famosi acquerelli lunari del tempo di Galileo con le attuali immagini digitali dell’astrofisica. Analogamente, nel film di Rohmer, un fenomeno ottico atmosferico come il raggio verde diventa un suggestivo elemento di connessione tra scienza e finzione romantica.”.

All’interno del programma delle Giornate Galileiane che va dal 13 al 16 febbraio, nei giorni di mercoledì 15 e giovedì 16 l’assessorato alla Cultura del Comune di Pisa promuove l’evento PERFORMING MEDIA: un futuro remoto articolato con una conferenza-spettacolo sull’omonimo libro-librido, combinata con un dialogo tra i protagonisti e un’intelligenza artificiale, dei walkabout-esplorazioni radionomadi lungo i percorsi urbani di PiSigns e uno screening video al Cineclub Arsenale

 

Il programma delle Giornate Galileiane

 

MARTEDÌ 14 FEBBRAIO

 

17:00 | GIPSOTECA DI ARTE ANTICA (Piazza San Paolo all’Orto 20, Pisa)

Inaugurazione delle Giornate

Saluti dell’Assessore Paolo Pesciatini

Presentazione dei volumi:

  • “Galileo Galilei: Gli anni pisani, fonti, documenti e memorie” (Pacini Editore)
  • “Immagini e strumenti digitali nella didattica delle Scienze (Pisa University Press)

Intervengono: Cristina Moro (Università di Pisa), Christian Satto (Università per Stranieri di Siena), Valentina Domenici (Università di Pisa). Moderano: Stefano Renzoni e Sergio Giudici

 

MERCOLEDÌ 15 FEBBRAIO

10:00-17:00 | MURA DI PISA

“Il Giovane Galileo a Pisa” Installazioni e replica di esperimenti Galileiani sulle Mura di

Pisa a cura del Museo degli Strumenti di Fisica e Ludoteca Scientifica.

Accesso dalla Torre Santa Maria in Piazza dei Miracoli.

Scuole e gruppi numerosi sono invitati a prenotare la visita chiamando il numero

3200403946

 

18:00 | CINEMA ARSENALE (Vicolo Scaramucci 2, Pisa)

“Specolando ciascun l’orbe lunare”: a cura dei Teatri della Resistenza

Testi di Galileo Galilei; Musiche di Francesco Filidei

Dario Focardi: voce recitante; Maria di Bella: violino

 

GIOVEDÌ 16 FEBBRAIO

21:00 | CINEMA ARSENALE (Vicolo Scaramucci 2, Pisa)

“Immaginario Scientifico e finzione romantica: il caso del Raggio Verde”

Introducono: Sergio Giudici e Chiara Tognolotti

Proiezione del film “Il Raggio Verde” di Eric Rohmer

 

13-24 FEBBRAIO

09:00-13:00 | ARCHIVIO DI STATO (Lungarno Mediceo, 17)

“Galileo a Pisa”, Esposizione di documenti storici

L’esposizione sarà visitabile i lunedì, mercoledì e venerdì

 

 

Il programma di Galileo Galilei Un futuro remoto

 

Mercoledì 15 febbraio

Ore 15

Sala delle Baleari, Palazzo Gambacorti (Piazza XX Settembre 1)

Antonio Cisternino e Pierpaolo Magnani presentano PISigns

 

Ore 16

Sala delle Baleari, Palazzo Gambacorti (Piazza XX Settembre 1)

3D Accademy presenta “Pisa e il metaverso: VR, MR e A.I” con Gianfranco Casano e Stefano Orlando

 Ore 17

Sala delle Baleari, Palazzo Gambacorti (Piazza XX Settembre 1)

Performing Media. Un futuro remoto

Talk performante ben più della presentazione di un libro) a cura di Urban Experience e NuvolaProject con Carlo Infante, Gaia Riposati e Massimo Di Leo

“Performing Media – un futuro remoto. Il percorso di Carlo Infante tra Memoria dell’Avanguardia e Transizione Digitale”, libro/librido a cura di Gaia Riposati e Massimo Di Leo edito da Editoria & Spettacolo

Parole e idee “in proiezione” in una conversazione innervata di repertori video (su momenti significativi, performance e installazioni, dell’avanguardia e dell’innovazione digitale) un dialogo a tre e con molti echi, ascoltati da un’intelligenza artificiale che finirà con il dire la sua. Si partirà poi in walkabout per continuare la conversazione e la riflessione peripatetica allargandola al confronto con tutti i partecipanti, intrecciando le parole all’espressione del genius loci.

Ore 20.30

Chiesa di San Paolo a Ripa D’Arno

“Galileo’s Journey” opera multimediale per ensemble, tre voci femminili elettronica e visual di Ivan Fedele, Ensemble moderna del Conservatorio “G. Tartini” di Trieste, diretto da Petar Matosevic, video artist Andrew Quinn.

 

Giovedì 16 febbraio

Ore 10

Walkabout-esplorazione radionomade lungo i percorsi urbani di PiSigns, con scuole

Si tratta di conversazioni itineranti, caratterizzate dall’ausilio di smartphone e cuffie collegate ad una radioricevente (whisper radio), per ascoltare le voci dei walking-talking heads e repertori audio predisposti.  Sono di fatto delle palestre di cittadinanza attiva in cui si conversa “di fianco” mentre ci si guarda intorno, “apprendendo dappertutto” per attivare dei laboratori dello sguardo partecipato durante esplorazioni psicogeografiche che seguono i percorsi di PiSigns capaci di esprimere un modello innovativo per esplorare Pisa e la sua ascendenza Galileiana.

 

Ore 16

Walkabout-esplorazione radionomade lungo i percorsi urbani di PiSigns, università

 

Ore 18

Cineclub Arsenale (Vicolo Scaramucci 2)

Dal videoteatro all’intelligenza artificiale

Screening video e web (60’)

 

Total
0
Condivisioni
Prec.
Panificatori: no all’uso di polvere di insetti per il pane toscano

Panificatori: no all’uso di polvere di insetti per il pane toscano

Arezzo – “Farina di grano, acqua e lievito: per fortuna questi sono gli

Succ.
TAR Toscana, giudici in prima fila per ambiente e PNRR

TAR Toscana, giudici in prima fila per ambiente e PNRR

Partendo dalle note positive, il presidente Pulilella snocciola i dati:  "Anche

You May Also Like
Total
0
Condividi